10 cose vedere nei dintorni di Fermo

by Racconti di Marche
0 comment

Cosa vedere e cosa fare nella provincia di Fermo? Ecco un elenco, naturalmente non esaustivo, delle principali attività da fare nei dintorni di Fermo.

Prendete questo elenco come un punto di partenza per scoprire la provincia di Fermo, che ovviamente offra tantissime cose in più da fare, per averne un’idea scoprire tutti gli articoli del blog dedicati alla provincia.

Iniziamo dalla cosata per proseguire poi verso l’interno fino ai Sibillini.

1. Torre di Palme e il bosco del Cugnolo. 

Il grazioso borgo di Torre di Palme fa parte del comune di Fermo. La sua vista sul mare vi farà innamorare così come la facile passeggiata nel vicino bosco del Cugnolo, dove si trova la Grotta degli Amanti.

2. Le spiagge di Porto San Giorgio

Lunghe spiagge di sabbia fine, perfette per la famiglie con bambini e un lungo mare perfetto per le passeggiate. La vicina Porto Sant’Elpidio offre spiagge di sassolini e anche qui un bel lungo mare.

La spiaggia di Porto Sant’Elpidio

3. Lo shopping a Porto Sant’Elpidio,  Sant’Elpidio a Mare e Montegranaro

Non solo Civitanova, se desiderate fare scorta di calzature di qualità Porto Sant’Elpidio, Sant’Elpidio a Mare e Montegranarao sapranno accogliere ogni vostra esigenza: calzature uomo, donna, bambino, casual, eleganti, sportive. Seguire le indicazione che troverete lungo la strada ed entrate! Fare un elenco degli outlet è quasi impossibile.

(Ma in questo articolo trovate alcuni indirizzi interessanti.

 

4. La chiesa di Sant’Ugo a Montegranaro

Montegranaro non offre solo ottime occasione di acquisto, ma anche una chiesa davvero imperdibile, la Cripta di Sant’Ugo che in realtà non è assolutamente ipogea ma si trova al primo piano. Curiosi di conoscerne la storia? Leggete l’articolo dedicato.

5. Servigliano, la città ideale e la casa della memoria

Il piccolo borgo di Servigliano (uno dei borghi più belli d’Italia) è assolutamente differente dagli altri borghi marchigiani, venne ricostruito nel Settecento dopo che il vecchio borgo di Castelclementino era praticamente franato, seguendo i canoni illuministici della città Ideale. Nel Novecento  Servigliano, dove fino agli anno Cinquanta passava la linea Ferroviaria Amandola – Fermo. Ha ospitato in campo di Prigionia utilizzato per vari scopi per tutto il secolo scorso, durante il fascismo è stato campo di prigionia. Ora rimangono solo il campo e la recinzione di mattoni, un paio delle antiche abitazioni e un museo che ne racconta la storia all’inteerno della vecchia stazione ferroviaria.

 

Servigliano – Piazza Roma

6. Moresco

Altro borgo delizioso, anch’esso inserito nel circuito dei borghi più belli d’Italia, questa volta di stampo medioevale con una particolarissima torre eptagonale, è Moresco. Dove ogni anno si tiene la gustosa sagra del ciauscolo.

7

7. La rocca di Montefalcone Appennino

Maestosa ed austera, la rocca di Montefalcone Appennino e lo splendido panirana sui Sibillini sono una tappa imperdibile.

8. Amandola e l’Abbazia di San Ruffino

Amandola, Bandiera Arancione del TCI, è un’altra tappa imperdibile della provincia di Fermo. Porta di ingresso dei Sibillini e città dalla mille risorse e attività da fare: arte, cultura, trekking e tartufi. Ad Amandola di tiene infatti Diamanti a Tavola, la fiera dedicata al tartufo bianco pregiato dei Sibillini. Vicino al lago di San Ruffino non perdete la splendida e omonima Abbazia con i suoi particolarissimi ipogei.

9. Trekking alla Gola dell’Infernaccio

La passeggiata, piuttosto facile, alla Gola dell’Infernaccio e alla cascata nascosta, è una delle più amate e apprezzate dai marchigiani.

10. Il lago di Fiastra e le Lame Rosse

Altra meta assolutamente imperdibile il lago di Fiastra, che con le sue acque cristalline è idoneo anche alla balneazione e il percorso di circa un’oretta che conduce alle Lame Rosse, una particolarissima formazione calcarea dai colori rossastri.

Le cose da vedere e da fare nella provincia di Fermo sono davvero molte di più, come il teatro romano di Falerone, il teatro storico di Montegiorgio, l’aera archeologica di Monterinaldo, il borgo di Ortezzano, insomma pronti a scoprirla?


Ti potrebbe interessare anche:

 

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.