Un tour tra gli spacci di calzature del Consorzio Expool

by Racconti di Marche
0 comment

Parlare di calzature nelle Marche non è affatto una questione frivola, anzi è un argomento decisamente serio: qui vengono realizzate le scarpe più belle e più indossate al mondo.

Quando dico Marche in realtà intendo un territorio ben preciso: quello del fermano e del maceratese con un distretto fatto di tantissime aziende e di marchi famosissimi (Tod’s in primis, ma anche Nero Giardini, Melania, Cesare Paciotti solo per citarne alcuni) e di tanti altri meno noti ma con prodotti davvero di qualità.

Expool è un consorzio che racchiude tante piccole e medie aziende calzaturiere molte delle quali lavorano di più all’estero che in Italia per questo i loro marchi sono poco conosciuti. Per la loro promozione hanno scelto di associare il prodotto al territorio, perché il legame con esso è talmente forte e indissolubile, che nessuno cinese potrà mai copiarlo.

E quasi naturalmente è nata l’idea di promuoversi attraverso instagram e gli istagramers. Così ho avuto modo di partecipare insieme agli amici igers ed a fashion blogger straniere e una bravissima life style blogger italiana (se la chiamo fashion blogger Nunzia mi picchia!) ad un tour che univa in maniera magistrale calzature (e che calzature!), bellezze del paesaggio ed immancabilmente cibo! E’ nato così il #SeeWhatYourWearTour, perché se vedere, e conoscere, dove nasce il cibo che mangiamo è una necessità acquisita, lo stesso deve valere per gli abiti e le scarpe che indossiamo, dove ci sono valori, diritti, saper fare e artigianalità che costituiscono una risorsa italiana preziosissima.

Tutte le foto del tour (e della calzature) -> #SeeWhatYouWearTour

Schermata 2015-10-18 alle 20.52.33

Veniamo ora al tour.

Io ho potuto partecipare solo un pomeriggio visitando tre calzaturifici con annessi spacci, a dire il vero non ho solo visitato… visto che  sono tornata a casa con due nuove paia di scarpe!)

Uno lo conoscevo già gli altri due sono stati un piacevole scoperta. Ve li racconto.

  1. Gianros

Gianros è sinonimo di mocassini. L’azienda produce per i grandi marchi e anche a marchio proprio. Sono tra i pochi in Italia a cucire interamente a mano il mocassino, con una tecnica completamente artigianale che oramai solo poche signore sanno riprodurre.


janros_




jianross-sneakers-nere

Oltre ai mocassini troverete tronchetti e delle super sneakers coloratissime! In pratica le abbiamo acquistate tutti: per me quelle argento erano troppo “eccentriche”mi sono accontentata di un paio più sobrie nere…di paillettes!

janros-sneakers

Gianros lo trovate a Casette d’Ete: il punto vendita è ben segnalato.

2 . Luca Iachini

Fabbrica e spaccio aziendale li trovate a Sant’Elpidio a Mare in Via Castellano, 2970 (impostate il navigatore per trovarlo). Lo spaccio è una sorta di museo: Luca ama collezionare motori e tutto quello che gira a questo mondo. Vi stupirà come vi stupiranno le sue scarpe caratterizzate dalla suola in Vibram®.

luca_iachini

La produzione è sia uomo sia donna ma si esprime al meglio in quella maschile. (Scoprite la collezione sul suo sito lucaiachini.it) Le sue scarpe sono adorate in Giappone! (ps sono sue anche quelle della foto di copertina del post).

3. Luca Verdi

Qui siamo nel regno della donna: sfiziose francesine, tronchetti dal tacco decorato (acquistato a man bassa dalle igers) e carinissimi sneackers alte. (La modella è la mia amica Eleonora che avete già visto in un sacco di altri racconti).

luca_verdi

E qui il mio secondo acquisto. Color tortora, comodissime e morbidissime. Appena le ho indossate ho capito che erano mie. La versione è senza lacci ma possono essere aggiunti: a voi come piace di più? (Io li ho presi).

luca-verdi

Il punto vendita di Luca Verdi lo trovate a Porto Sant’Elpidio in via Teano 4 (una traversa della statale), altrimenti potete acquistare le scarpe direttamente on line sul sito lucaverdi.it

In Expool Consortium ci sono tantissime altre aziende (Danilo di Lea realizza delle décolleté nere fantastiche!) Sul sito oltre alla descrizione di ogni azienda trovate anche lo spaccio. Un motivo in più per fare un giro nel fermano, che ne dite?

www.expool.it

 

Un ringraziamento speciale lo devo a Marina grazie a lei (e ad Ilaria instancabile organizzatrice) questo tour che sognavamo da tempo (quale donna non desidera andare a fare shopping negli outlet più fighi di calzature?) è diventato realtà.

La domanda che sorge spontanea è: quando replichiamo? Ci sono un sacco di outlet che mi piacerebbe conoscere e raccontare su Racconti di Marche. Poi lo spazio nella mia scarpiera lo troverò. 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.