Visitare Cingoli, la città più panoramica delle Marche

by Racconti di Marche
0 comment

Dall’alto dei suoi 630 metri di altezza il borgo di Cingoli offre una vista impareggiabile sulle Marche e numerose attività da fare e da vedere in grado di accontentare gli amanti dell’arte e della cultura, chi fa sport e ama la natura e chi..la buona cucina!

Il borgo di Cingoli offre davvero così tante opportunità per il visitatore che la rendono una metà perfetta in ogni stagione, d’estate per apprezzarne il clima fresco e ventilato, la primavera e l’autunno per le attività all’aria aperta e l’inverno per la buona cucina.  Elencare in unico articolo tutte le cose da fare e da vere a Cingoli è molto difficile: la ricchezza architettonica è difatti notevole, così come i numerosi sentieri da percorre a piedi o in bicicletta. Proverò a raccontarvi le cose principali con la premessa che, naturalmente, l’elenco non è esaustivo.

1- Balcone delle Marche

Il panorama che si vede da Cingoli abbraccia un’ampia fascia della Marche da nord del Monte Conero fino all’Abruzzo. Nelle giornate limpide si possono scorgere anche le coste della Croazia.

2- Il centro storico di Cingoli

Il centro storico di Cingoli, nel circuito dei Borghi Più belli d’Italia, offre numerose cose da fare, oltre a perdersi e a girare tra i vicoli, non perdetevi lungo il corso Garibaldi l’Ottocentesca fontana del Maltempo e Palazzo Castiglioni, la casa di Francesco Saverio Castiglioni, Papa Pio XIII (ingresso 3 euro , prenotazione obbligatorio presso la ProLoco/IAT).

Nel centro storico di Cingoli trovate anche il Museo Archeologico Statale e numerose chiese (purtroppo al momento chiuse per via del sisma del 2016). Invece è aperta la Collegiata di Sant’Esuperanzio, di stile romanico – gotico, che si trova poco fuori dall’abitato e conserva le reliquie del Santo oltre ad un bellissimo organo Callido.

3- La Madonna del Rosario di Lorenzo Lotto

Uno dei pezzi forti di Cingoli, che da solo merita è la visita è la Madonna del Rosario, uno dei capolavori di Lorenzo Lotto: un’opera imponente che racchiude, nei misteri del rosario rappresenti altre 15 mini opere.

L’opera è attualmente custodita nella sala degli stemmi del Comune di Cingoli assieme ad altre importanti tele.ne affreschi. (Ingresso 3 euro).

La Madonna del Rosario di Lorenzo Lotto

4- Il Cristo delle Marche

Allontanandoci dal centro la natura diventa protagonista con passeggiate molto semplici e piacevoli da fare, tipo quella per arrivare al Cristo delle Marche, opera dello scultore Nazzareno Rocchetti, veglia sulla regione Marche.

5- Il Lago di Cingoli

L’invaso artificiale di Castreccioni, conosciuto come Lago di Cingoli, è uno dei più grandi del Centro Italia e permette di fare numerose attività, dalle passeggiate lungo le sponde, giri in pattino e anche la visita alla diga stessa grazie alla disponibilità  e alla professionalità del custode Domenico.  Potete visitare il Museo del Lago, che ospita il Museo del Sidecar e il Museo della civiltà Contadina (ingresso per entrambi i musei 5 euro). Per i più avventurosi anche il Parco avventura (con attrazioni dedicate anche ai bambini.

6- Il Ponte Romano e la passeggiata lungo il fiume Musone

L’antico Ponte Romano dell’Intagliata permette di fare una bella e rilassante passeggiata lungo il fiume Musone. Raggiungere il ponte dell’Intagliata è davvero semplice. Appena prima del ponte che dal lago conduce verso Cingoli, girate a sinistra e proseguite sulla strada, dopo un paio di chilometri troverete uno slargo dove poter lasciare l’auto e l’indicazione verso il ponte. Imboccate il sentiero e arriverete al ponte.

7- Il cinquecentesco mulino Bravi ancora funzionante.

Il fiume Musone un tempo ospitava tanti mulini, tutti perduti (o rimasti a dei ruderi, tranne uno, il Mulino della famiglia Bravi che non solo esiste e resiste ma macina ottime farine biologiche che potete acquistare in loco (o nei principali supermercati e botteghe dei dintorni).

8 – L’eremo di Santa Sperandia.

A confine con i territori di Treia e San Severino, immerso nel bosco, si torva  l’eremo in cui visse Esperandia, la Santa Patrona di Cingoli. La curiosità? Per raggiungere quest’eremo dovete scendere, e poi risalire, ben 430 gradini!

9 – Cosa e dove mangiare a Cingoli

Di certo il palato non se ne andrà insoddisfatti da un soggiorno a Cingoli: nel menù sono protagoniste le carni degli animali da cortile (coniglio, oca e papera). Imperdibile la crescia da mangiare farcita con erbe (spesso di campo e spontanee) e salumi. Il territorio di Cingoli è anche la parte più a sud della doc del Verdicchio (interessanti i vini della Cantina Bacelli) e da assaggiare il vino di Visciola di Nerovisciola, e i prodotti alla Canapa di di Nonno Vi (anche di cosmesi)

Riguardo ai ristoranti avrete l’imbarazzo della scelta tra i miei preferiti

  • L’agriturismo La Corte sul Lago con una bell’affaccio sul lago, dispone anche di camere e di proodotti tipici da acquistare (io adoro i loro Stuzzi Crescia)
  • L’Osteria del Foro (con porzione più che abbondanti)
  • Il Ristorante La Pineta 
  • Oppure un classico, perfetto anche per merende: il Ristorante la Crescia vicino alle Cascatelle (0733 616205)

10- Dove dormire a Cingoli

Se avete scelto Cingoli come destinazione del vostro viaggio vi suggerisco alcune struttura, troverete sicuramente quella al caso vostro

  • Agriturismo Casale Fabrizi: un bellissimo case composto da due edifici con piscina immerso nel verde. A disposizione degli ospiti la cucina fantastica della signora Marisa. L’agriturismo mette a disposizione anche la sosta camper.
  • B&B Amor di Lavanda. Se amate le atmosfere casalinghe scegliete le deliziose stanze di Alessandra dove la lavanda e si suoi colori sono i protagonisti. I cani sono ben accetti.
  • Horti del Baio. Cavalli, con possibilità di passeggiate a cavallo, oche, cani, gatti e pappagalli. Insomma tanta natura e con una invitante vasca idromassaggio esterna vista lago!  Un casolare perfettamente ristrutturato e deliziosamente arredato. Anche qui i cani sono benvenuti.
  • Colle sul Lago. Mini appartamenti e una grandissima piscina. Perfetto per le famiglie con bambini, anche qui i cani sono i benvenuti.
  • B&B Casa Silvestri. Il bello di dormire in una residenza storica, un palazzo nobiliare con il suo giardino privato,  nel centro storico di Cingoli.
  • Country House La Tana della Lepre. Eric e Dominiek hanno deciso di lasciare il Belgio e di trasferirsi in Italia molti anni fa. La loro country house, dotata di piscina,  è un mix delizioso si cultura mediterranea e mitteleuropea dove ogni stanza è arredata in maniera artistica. Ad arricchire il tutto la loro amplissima collezione di ceramiche da tutto il mondo.

Casale Fabrizi

Cosa vedere nei dintorni di Cingoli

Se il borgo di Cingoli di certo non vi farà annoiare per le cose da fare e da vedere, di certo anche i dintorni non sono da meno. Nel raggio di 30 km trovate infatti:

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.