Luca Tenti: il profumo invitante della visciola

by Racconti di Marche
0 comment

Da una passione di bambino per un frutto nasce la volontà di creare una azienda che fa di questo frutto, la visciola, la protagonista di una serie gustosa e insolita di prodotti.

La visciola è un frutto particolare, presente solo in alcune zone d’Italia spesso viene considerata la cugina minore della ciliegia. Il suo gusto infatti è particolare: non è dolce e succoso come la ciliegia, ma per lo più acidulo che rende la visciola rende più più interessante per le varie trasformazioni a cui può essere sottoposta.

Le visciole di Luca Tenti

La visciola mi ricorda l’infanzia, mentre le piante di ciliegie era sorvegliare dai contadini e quindi più difficile da “assaltare” gli alberelli di visciola erano selvatici, facili da raggiungere e senza sorveglianza, per cui il ripiego ideale di bambini la cui la nota acidula non rendeva però il frutto particolarmente gradito per palati ancora poco sviluppati.

Dopo avervi raccontato la fattoria di Barbara, l’olio e i Liquor d’Ulivo di Alessandro la terza tappa di #teladoiolacampagna fa tappa a San Lorenzo in Campo per scoprire La Visciola del Lupo di Luca Tenti.

Per Luca la passione per la visciola nasce da bambino, da quell’albero che i suoi genitori avevano vicino casa, e che ancora oggi potete ammirare, e da quel sapore così particolare e intenso del frutto scarlatto. Così la volontà, dopo gli studi in agraria, di creare un azienda agricola che fosse quasi esclusivamente dedicata alla visciola e alla sua trasformazione.

Luca Tenti

Così Luca inizia selezionare le piante di visciole migliori e piano piano realizza il suo viscioleto, piante di dimensioni ridotte, la visciola a differenza del ciliegio è un arbusto con una crescita più limitata. Passeggiare tra le visciole in fiore in primavera è davvero una bella esperienza sensoriale, per i colori, per i profumi e anche per il brulichio di insetti e di api che infaticabili fanno il loro lavoro.

La Visciola del Lupo: da una leggenda del suo territorio nasce il nome, si narra infatti che proprio in quella zona un uomo venne attaccato da un lupo e riuscì a salvarsi grazie alla intercessione della Madonna a cui si era rivolto. Per ringraziarla l’uomo fece costruire una piccola chiesa nel luogo della grazia, chiesetta che ancora oggi andando da Luca potete ammirare e la contrada ha preso il nome di Madonna del Guardalupo. A questo Lupo Luca dedica la sua linea di prodotti alla visciola: La Visciola del Lupo.

La chiesa dedicata alla Madonna del Lupo adiacente la casa di Luca.

La Visciola del Lupo di Luca Tenti: la gamma prodotti.

Ma cosa si può fare con la visciola? Tantissime cose: iniziando dal vino di visciola una vera e propria bontà marchigiana. Il vino di visciola non è facile da realizzare deve avere infatti  giusto mix di dolcezze e acidità, un colore rubino intenso ed un profumo invitante. Il vino di visciola di Luca raggiunge una gradazione di circa 15 gradi.

Oltre al vino di visciola, Luca realizza confetture alla visciola perfette in abbinamento a formaggi non troppo stagionati, le gustosissime visciole sciroppate, una preziosa e delicata acquavite: lo Spirito di Visciola e, davvero imperdibile, la cioccolata alla visciola. Il sapore è davvero speciale, una coccola che ci si può e ci si deve regalare, magari accompagnandola all’acquavite sempre di visciola.

La gamma prodotti è però in ampliamento e a breve arriveranno alcune chicche davvero imperdibili (e che non vi posso svelare!)

Tutti i prodotti di Luca Tenti sono realizzati seguendo la tradizione marchigiana con la massima attenzione alle materie prime e ai sistemi di produzione. La raccolta delle visciole avviene esclusivamente a mano e tutti i prodotti sono realizzate con le visciole di proprietà.

Potete visitare l’azienda e fare un degustazione scrivendo direttamente Luca. Il periodo più bello? In primavera quando le visciole sono in fiore o in estate quando sulle piante troverete il frutto.

L’azienda agricola Luca Tenti si trova a San Lorenzo in Campo in via Caprile 23.

per info e contatti: [email protected]

 

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.