Il Parco del Cardeto: l’Ancona meno conosciuta

by Racconti di Marche
7 comments

Ultimo aggiornamento

Il parco del Cardeto è indubbiamente una delle zone più affascinanti del capoluogo marchigiano e quasi per certo una delle meno note. Sarà per la difficoltà di accedervi, bisogna scarpinare parecchio e farsi una bella salita, ma il panorama e le attrazioni  che il percorso offre vi faranno di certo rivalutare la città di Ancona.

 

Sto parlando del parco del Cardeto e della strada che conduce fino al Duomo di San Ciriaco dal quale si gode una vista stupenda sul mare e sul porto della città.

Ci sono vari modi per accedere al Parco del Cardeto  solitamente passo da Villarey (Facoltà di Economia). Addentrandosi nel parco subito si intravede lungo il fianco della collina il Cimitero degli Ebrei.

A differenza dei cimiteri ebraici che ho avuto modo di vedere (Praga, Cracovia) qui gli spazi sono ampi senza sovraffollamento delle pietre come se la comunità ebraica avesse avuto la possibilità di prendersi e reclamare il suo spazio, a differenza di tante città d’Europa dove tutto ciò gli fu negato.

 

LEGGI ANCHE-> Una passeggiata al porto di Ancona

 

Di fianco al cimitero il primo affaccio sul mare, con panchine strategiche per godersi il panorama e curiose sculture moderne. Salendo  si arriva al vecchio faro. Continuando lungo la strada che conduce al Duomo si incontra anche il teatro romano.

 

parco-del-cardeto

 

In questa zona è racchiusa tutta l’essenza di Ancona, il suo essere un “gomito” che permette di vedere il mare sia da est che da ovest e in alcuni periodi dell’anno di godere anche del sorgere e del tramonto del sole sul mare nella stessa giornata.

E se la giornata è limpida non è detto che in lontananza intravediate anche le coste della Croazia.

Il Parco ha anche interessanti sculture e alcune panchine davvero strategiche per riposarsi e godere di viste rigeneranti sulla città.

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  • 280
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    280
    Shares

Ti potrebbe interessare anche

7 comments

Cristina 20 Marzo 2013 - 21:26

Ancona è una bellissima citta’, completamente sottovalutata dagli stessi anconetani. Ha tante di quelle sorprese in serbo che solo i piu’ curiosi riescono a scoprire. Il percorso che avete fatto sabato in realta’ è uno dei piu’ conosciuti, anche perche’ il parco del cardeto, da quando è stato riconsegnato alla popolazione, è sempre pieno di visitatori. Spesso prendo la mia macchina fotografica e gironzo per la citta’, solo così si puo’ conoscerla veramente. Il 23/24 marzo, con la giornata Fai ci sara’ l’ingresso libero alla Pinacoteca, fino al 5 maggio resta aperta la mostra di Trubbiani. Troppe cose ci sono da fare ancora….

Reply
admin-raccontidimarche 21 Marzo 2013 - 10:08

Ciao Cristina, sono pienamente d’accordo con te, ci sono cos’ tante cose da raccontare in questa splendida regione, io ci provo 😉
Se ti va di segnalare altre bellezze Anconetane e Marchigiane puoi scrivermi o mandarmi anche le foto direttamente sulla pagina FB.
http://www.facebook.com/raccontidimarche

Nadia

Reply
Cristina 21 Marzo 2013 - 10:10

Lo faro’ con molto piacere.
Cristina

Reply
admin-raccontidimarche 21 Marzo 2013 - 10:19

Grazie 🙂
La news del Fay l’ho già pubblicata sulla pagina Fb.

Reply
gambinifra 25 Marzo 2013 - 09:59

Ciao! Sono un instagramer che non ha partecipato all’instameet di Ancona perché ne sono venuto a conoscenza troppo tardi! Molto elegante e minimalista la grafica del tuo sito! potrei sapere come si chiama il plugin qua sotto per visualizzare gli ultimi scatti di instagram? 🙂
grazie, francesco

Reply
admin-raccontidimarche 25 Marzo 2013 - 10:25

Ciao Francesco, chiedo al ragazzo che mi ha dato una mano con il sito e ti faccio sapere.
AL prossimo instameet allora 🙂
Nadia

Reply

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.