Visitare Matelica tra arte, Verdicchio e specialità gastronomiche

by Racconti di Marche
0 comment

Il vino è di certo un ottimo motivo per visitare la città di Matelica, da abbinare ad altre gustose specialità e un’offerta culturale decisamente interessante. Ve lo racconto in questo tour gastronomico.

Se avete scelto Matelica per il suo vino, non potevate fare scelta migliore, il Verdicchio di Matelica Doc vi conquisterà con il suo gusto intenso e con la sua personalità decisa. Un vino importante capace di invecchiare, nella versione Superiore, anche diversi anni in bottiglia. Una caratteristiche che gli è valsa la definizione “Il vino rosso vestito di bianco”.

 

Da Verdicchio di Matelica a “Matelica doc”.

A settembre 2020 l’Istituto Marche Vini che riunisce le cantine produttrici di Verdicchio di Matelica hanno fatto il grande passo: rinunciare alla denominazione Verdicchio in favore della valorizzazione del territorio, così il vino si chiamerà semplicemente Matelica Doc.

Dove degustare il Metelica doc? Arriviamo quindi al primo indirizzo. Girando per le strade di Matelica non farete fatica a trovare le indicazioni di numerose cantine dove fermarsi sia per degustazioni sia per l’acquisto. Ma se desiderate conoscere la doc e fare una degustazione di più etichette il posto che fa per voi è il Foyer del Teatro. 

 

Il foyer dello storico teatro Piermarini, nel cuore della città, è un delizioso ed elegante ristorante dove poter degustare tutte le etichette  dell’associazione dei produttori del Matelica doc abbinata ai prodotti del territorio o a scelte più insolite, ma decisamente invitanti come il sushi.  E avrete anche la possibilità di visitare il teatro, che vi anticipo, è stato realizzato dallo stesso architetto della Scala di Milano e di questo ne è una versione in miniatura.

Non solo Verdicchio: dallo zafferano ai salumi

La posizione pedemontana in cui si trova Matelica rende il suo territorio adatto a differenti coltivazioni e allevamenti. Vi segnalo lo zafferano di Zafferano Matelis, coltivato da due giovani ragazzi sulle colline sopra Braccano, che ritroverete in numerosi ristoranti della città e che potete acquistare anche presso il Bar Ristoro Il Murales di Braccano.

Riguardo i i salumi non perdetevi il salumificio Bartocci  potete acquistare in azienda e troverete i lori ottimi saluti anche presso il Foyer del teatro.

Dove mangiare a Matelica

Oltre al Foyer del teatro vi segnalo il ristorante Secondo Tempo, adiacente il vecchio cinema della città, in pieno centro storico e il tema cinematografico riprende arredi e menù.

Invece nella vivace frazione di Braccano, famosa peri suoi murales, tappa d’obbligo è il punto ristoro, che offre, nonostante l’ambiente informale, un menù interessante e variegato, oltre ovviamente ad un ampia scelta di etichette e una buona selezione di prodotti locali anche da acquistare.

Visitare Matelica: braccano il borgo dei murales

Visitare Matelica: la bottega storca della signora Giuseppina.

Nel centro storico di Matelica fate un salto anche nella Bottega la Buona Tavola della signora Giuseppina, uno dei locali storici delle Marche,  troverete tanti prodotti tipici del territorio tra cui una bella selezione di dolci tipici locali.

Dove dormire a Matelica: Villa Collepere

Un villino di caccia del Seicento finemente ristrutturato, con piscina, piccola spa e vigneti. Si perché Villa Collepere è una piccola cantina di Matelica Doc, un luogo perfetto per godersi la bellezza del paesaggio e dei vigneti che strizzano l’occhio ai Sibillini.

Cosa vedere a Matelica?

Non perdetevi il Teatro Piermarini, (e i suoi sotterranei con i resti delle terme romane, il museo Archeologico con il curiosissimo globo in marmo, e già che ci siete, prendetevi la patente da matto!

Dove dormire a Matelica: Villa Collepere

Riepiloghiamo gli indirizzi di questo fine settimana a Matelica

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.