Santa Maria della Rocca, la chiesa di Offida che si affaccia sui vigneti

by Racconti di Marche
0 comment

Una delle chiese più belle e suggestive delle Marche, Santa Maria della Rocca è di certo uno dei simboli di Offida e una tappa fondamentale nella visita del borgo.

Santa Maria della Rocca si trova leggermente fuori il centro storico di Offida. Da piazza del Popolo lasciatevi alle spalle il Teatro Serpente Aureo ed imboccate via Roma, in circa 5 minuti di piacevole passeggiata arriverete alla chiesa.

Una delle curiosità di Santa Maria della Rocca è che tutti la conoscono…per il suo di dietro. Infatti la facciata è posta verso il panorama mentre il visitatore la scorge e la fotografa dal retro dei suoi tre absidi, dove da quello centrale c’è anche l’accesso alla cripta e alla biglietteria.

La facciata di Santa Maria della Rocca

Per accedere alla chiesa bisogna andare dall’altro lato dove tra l’altro vi si aprirà una splendida vista sui vigneti. La cripta e la parte chiesa furono divise nel 1550 per separare la parte inferiore di sepoltura dalla superiore a causa della pestilenza. Attualmente sono collegate da una scala a chiocciola interna interdetta ai visitatori.

Santa Maria della Rocca – Dettaglio degli affreschi della cripta

Conosciamo meglio Santa Maria della Rocca: la storia e l’architettura

La chiesa è di stampo Trecentesco e venne riedificata nel 1330 dai monaci Benedettini, sulla preesistente chiesa dell’anno Mille dedicata sempre a Maria.

Oltre alla posizione, notevoli i tre imponenti absidi posteriori slanciati dalla pietra bianca che crea un piacevole contrasto. con il colore caldo dei mattoni della struttura. Sia la cripta sia la chiesta presentano numerosi e pregevoli affreschi.

L’abside affrescato di Santa Maria della Rocca

La cripta dove sono evidenti le protezioni antisismiche

La cripta è composta da tre navate disegnate dalle colonne con volta a crociera e presenta numerosi affreschi, sia alle paresti, sia nelle volte, sia nell’abside finale.

La chiesa si presenta al contrario ampia e spaziosa, con le pareti in mattoni e solo con la cupola dell’abside affrescata.

Santa Maria della Rocca è stata pesantemente danneggiata nel corso dei secoli dal terremoto. Il sisma del 2016 ha reso la chiesa inagibile per anni, ora che è aperta al pubblico i segni del terremoto sono ancora visibili nelle strutture di sostegno delle colonne della cripta e nell’impalcatura di protezione del soffitto nella chiesa superiore.

L’affaccio sui vigneti che si gode da Santa Maria della Rocca

L’ingresso a Santa Maria della Rocca costa 3 euro.

Per maggiori informazioni sulla chiesa e sulla città di Offida vi consiglio di visitare il sito ufficiale dell’ente del turismo 


Ad Offida ho dormito presso l’affittacamere Residenza Aurea nel centro storico di Offida. Camere nuove e confortevoli, un terrazzino che si affaccia sui tetti del borgo e a due passi dal piazza del Popolo.

Altri articolo dedicati ad Offida:

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.