Ove abitai fanciullo – Visita alle stanze private di Giacomo Leopardi

by Racconti di Marche
0 comment

Ultimo aggiornamento

RECANATI – Casa Leopardi apre per la prima volta al pubblico le stanze private della famiglia, dai saloni di rappresentanza,  alla camera da letto del giovane Giacomo, ai giardini del palazzo. I luoghi della  gioventù del poeta che hanno ispirato molti dei suoi versi e contribuito alla sua formazione.

Casa Leopardi nel cuore del borgo rappresenta una tappa imprenscindibile nella visita a Recanati. La casa con la sua imponente facciata Settecentesca è la dimora storica della famiglia, dove hanno vissuto gli antenati di Giacomo e dove tutt’ora abitano i discendenti.

La visita a Casa Leopardi permetteva di visitare le stanze della biblioteca al primo piano. Da giugno 2020 queste stanze  non sono attualmente visitabili mentre, dopo un accurato restauro,  sono state aperte al pubblico le stanze dei fratelli Leopardi, il giardino e i saloni di rappresentanza.

Recanati: ingresso casa Leopardi

Casa Leopardi: la visita alle stanze Ove abitai fanciullo

La visita permette di vistare 6 stanze oltre al giardino delle Ricordanze. Non è una visita guidata, all’ingresso vi forniranno del materiale cartaceo per avere informazioni sulle varie stanze. Noi siano stati fortunati perché nonostante non fosse richiesto, le guide in ogni stanza ci hanno raccontato aneddoti e permesso di avare informazioni aggiuntive e aneddoti sulla vista.

Lo scalone d Ingresso di casa Leopardi. Ph Credits: CasaLeopardi

 

L’accesso a casa Leopardi avviene dallo scalone monumentale. La prima stanza a darvi il benvenuto è il Salone Azzurro che ospita i dipinti dei membri della famiglia, lo stemma della famiglia e l’albero geneaologico realizzato dal padre di Giacomo. Si passa poi per la saletta degli specchi, dove sono esposte le monete che Monaldo, il padre di Giacomo, collezionava. Si entra così nella Galleria il salone di rappresentanza della famiglia leopardi. Salone che nel corso dei secoli ha ospitato personalità di spicco del mondo del passato e di quello di oggi: dai Presidenti della Repubblica Italiana (l’ultima visita di Mattarella nel novembre 2019) al Principe Carlo di Inghilterra fino ai Pink Floyd.

 

Leggi anche -> Cosa vedere a Recanati oltre Leopardi.

Il salone di rappresentanza, che si affaccia sul giardino delle rimembranza, oltre ai quadri che hanno ispirato gli scritti di Giacomo, ha altri due elementi importanti: i bauli in legno del corredo nuziale rivestiti in cuoio decorati con punzoni metalli che intrecciamo le iniziali di Monaldo e Adelaide, i genitori di Giacomo, e il teatrino il cui palco are la parte del salone adiacente al giardino dove il pavimento era fatto di assi di legno. Qui Giacomo e i suoi fratelli si esibivano in piccole recite spesso scritte dal padre o dallo stesso Giacomo.

Casa Leopardi: il Giardino delle ricordanze.

Una piccola oasi di pace, qui si affacciava la camera da letto di Giacomo e qui il poeta di ispira per le Rimembranze. Da qui e dalla sua stanza ammirava le vaghe stelle dell’orsa e sempre da qui aveva accesso all’orto delle Monaca, che ha ispirato i versi della sua poesia più celebre: L’Infinito .

L’orto infinito, dopo un lungo restauro è finalmente visitabile. Il bene è gestito dal FAI e l’accesso nel palazzo  adiacente casa Leopardi.

Il giardino delle Rimembranze e la finestra della camera di Giacomo Leopardi – PH Credits Casaleopardi.it

Le Brecce: la stanza da letto di Giacomo Leopardi

La visita di conclude nelle Brecce, un’ala dell’edificio fatta costruire da Monaldo per accogliere le camere dei figli e così chiamate per la tipologia di pavimento. La struttura inizialmente era a due piani, un mattina di primavera il secondo piano crollò e Monaldo decise di non ricostruirlo.

Che itinerario abbinare alla visita di casa Leopardi? Prendi spunto dall’articolo di Simona Sacri Cosa fare a Recanati.

La struttura da cui si accede tramite in grazioso loggiato e una terrazza. si compone di tre semplici stanze: il salottino la camera di Carlo e l’ultima quella di Giacomo, dove è presente anche un piccolo scrittoio.

La camera da letto di Giacomo Leopardi – Foto Credits casaleopardi.it

La vista come dicevo non è guidata anche se il giovane personale è a vostra disposizione per curiosità e info aggiuntive. Non si possono scattare foto (per cui quella che vedete sono tutte del sito ufficiale) e non si possono portare grandi borse e zaini.

Il biglietto è piuttosto caro, sono 15 euro a persona e la visita una cinquantina di minuti. La prenotazione telefonica,  specie nei fine settimana, è consigliata.

Tutte le info su giacomoleopardi.it

Un’ultima chicca: casa leopardi e il film Il Giovane Favoloso.

Ne Il Giovane Favoloso, il film di Martone dedicato a Giacomo Leopardi trovare diverse scene ambientate proprio a Casa Leopardi e nelle stanze del percorso Ove abitai Fanciullo già visibili ne trailer. Il film può essere visto gratuitamente su Rai Play.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.