Porto: 5 cose da vedere e da non perdere

Il blu intenso degli azulejos, la metropolitana nuovissima (e spesso vuota!) in contrasto con le case completamente da ristrutturare. Porto è una città in divenire con il fiume Douro che da sempre, con il suo lento scorrere ha determinato la sua fortuna. Vi racconto le 5 cose assolutamente da non perdere.

1. Cosa vedere a Porto: il  Mercado di Bolhao

 

Mercado di Bolhao

 

I mercati sono sempre lo specchio di una città e quelli di Porto sono speciali. Sia per la location (due piani con piazza centrale e tetti in ardesia) sia per la vivacità dei commercianti e dei frequentatori. Fiori, carne, frutta ma anche abbigliamento e piccole taverne.  Andarci di mattina è il modo migliore per assaporare un bel pezzo di vita cittadina.

 

2. Cosa vedere a Porto: la Livraria Lello & Irmao

 

Estacao de Sao Bento

 

Un vero gioiello, a partire dalla bianca e finemente decorata facciata ma sarà il suo interno a stupirvi: un tripudio di legno scolpito ed una particolarissima scalinata con una pavimentazione rosso laccato che descrive un 8 e ricorda l’interno dei vascelli.

La libreria fu fondata nel 1904 da una eclettica famiglia di librai, spirito eclettico che è rimasto intatto e che potrete vivere appieno se deciderete di fermarvi al suo interno sorseggiando un buon bicchiere di Porto.

 

3. Cosa non perdere a Porto: la Estacao de Sao Bento

 

azulejos

 

La storia del Portogallo raccontata attraverso magnifici azulejos la trovate qui. Una curiosità: l’architetto che progettò questa stazione pare fosse talmente preso dall’aspetto estetico da dimenticarsi di inserire la biglietteria…

LEGGI ANCHE ->

4. Cosa vedere a Porto: il quartiere della Ribeira (Douro e il Porto – ossia il famosissimo vino)

ribeira_porto

 

Scendendo verso il fiume la vitalità della città si fa più pulsante, siamo nel quartiere della Ribeira. Bar, negozi e passeggio diventano più frequenti. Un ponte in ferro (in estate troverete i ragazzini che si tuffano di continuo) sicuramente vi riporterà alla mente un monumento ben più famoso. Sì è proprio un’opera di Effeil, quello della torre.

Attraversando il ponte andrete a Villa Nova de Gaia. E’ qui che si trovano le cantine del Porto (la più famose e forse un po’ inflazionata e quella del Sandman). Scegliete quella che vi ispira di più ma una visita, con degustazione, è assolutamente da provare. Le vigne le troverete invece ad est all’interno, grazie al fiume le botti venivano trasportate fino a qui per essere poi imbarcate per altri Paesi.

E per finire un bel pranzo alla Cafétaria  Deu-la Deu

 

Un localino piccolo, una deliziosa mensa frequentata dai portoghesi (impiegati ed operai) con pareti decorate da Azulejos, dove mangiare cucina tipica portoghese (anche il bacalhau ovviamente) a prezzi accessibilissimi. Locale scoperto grazie alla insostituibile e fedele compagna di viaggio la Guida Routard. Lo trovate in Rua Formosa.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Posted by:

Racconti di Marche
Di qua, di là, nelle Marche ma spesso anche un po' più lontano. Perché quello che conta nel viaggio è la scoperta non i chilometri fatti.

1 Comment

  1. Paolo -  30 dicembre 2013 - 18:59 8265

    Sì, Porto è davvero affascinante!

    Rispondi

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked (required):

Racconti, viaggi, cibo e storie. Benvenuto sul travel Blog Racconti di Marche

Che stia ricercando informazioni sulle Marche, sul tuo prossimo viaggio o tu sia capitato qui per caso non importa. Spero che la lettura di questo blog sia piacevole e ti possa essere utile. Buona navigazione. Nadia

prenota il tuo viaggio nelle Marche

Booking.com
buzzoole code

Back to Top