Santa Maria dell’Olmo: la chiesa che custodisce un tesoro prezioso

by Racconti di Marche
0 comment

MORESCO – A pochi chilometri dal borgo, direzione Valdaso, questa piccola chiesa in mattoni potrebbe non attrarre la vostra attenzione. Ma a a torto, perché il suo interno custodisce un inaspettato  e soprendente tesoro.

Nel Trecento in questa zona c’era una bella e imponente edicola votiva in stile gotico. Un0edicola a cui la popolazione era talmente affezionata che nel Quattrocento decise di proteggerla inglobandola in una chiesa!

La storia non finisce qui: nel 1521 si decise di ampliare la chiesa e di affrescare i due altari affidando il lavoro a Vincenzo Pagani.

Santa Maria dell’Olmo: la chiesa

L’effetto appena entrati è di sicuro effetto: appare infatti quello che meno ci si può aspettare in una chiesa: una edicola, ad un terzo della navata posta in maniera non ortogonale. Un’edicola imponente, che a malapena sembra essere contenuta dalla chiesa, e finemente affrescata.

I colori vividi dell’affresco e la delicatezza e ricercatezza dei particolari sono esaltati dalla sobrietà della chiesa: praticamente bianca, con i mattoni a vista imbiancati, e con un sobrio altare sempre bianco inglobato nell’abside.  L’affresco per questo altare, realizzato sempre da Vincenzo Pagani e raffigurante La Madonna con alcuni Santi è ora custodito presso il Municipio di Moresco ma sul lato destro della chiesa potete ammirarne una stampa.

Veniamo ora all’aspetto esterno della chiesta: pianta romanica, un porticato all’ingresso, abside e una torretta a vela con due campane.

Una di queste campane venne nel 1870 venne portata nella torre del comune per segnalare l’orario della scuola elementare. I fedeli ne rifecero un’altra me entrambe le campane furono requisite durante la Seconda Guerra Mondiale e venne fusa. Finito il conflitto vennero realizziate due nuove campane e riposte nel loro luogo originario così come le possiamo ammirare oggi .

Santa Maria dell’Olmo: l’edicola

Veniamo ora al “tesoro” della chiesa. L’edicola è composta da un altare, un arco gotico con due colonne e due affreschi principali: la Crocifissione, all’interno del primo arco, e l’Assunzione della Madonna in cielo nella lunetta superiore.

Per visitare la chiesa ed assicurarvi di trovarla aperta vi consiglio di contattare la pagina Instagram Visit Moresco


Altri articoli che potrebbero interessarti:

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.