Cieli bucati: il paesaggio marchigiano

by Racconti di Marche
1 comment

Ultimo aggiornamento

 

Dolci colline che si inseguono fino all’orizzonte, scoprendo, qua e là, uno scorcio di azzurrissimo mare, o arrivando più lontano rincorrendosi verso le montagne.

Tra i campi, il cui colore ogni mese si tinge di una tonalità diversa, ecco spuntare un paesino, arroccato su un colle con il campanile che orgoglioso punta dritto verso il cielo.
Difficile fare un elenco, la maggior parte dei comuni di questa regione è fatta così: una molteplicità di borghi medioevali alcuni ben conservati tanto da meritarsi la Bandiera Arancione del Touring Club, o il vanto di essere uno dei Borghi più belli d’Italia, altri decisamente meno, ma quasi tutti con uno, o spesso ben più di uno, campanili o torri che con la loro punta svettano più in alto di tutti.

corinaldo_6

Nella foto: Arcevia

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Ti potrebbe interessare anche

1 comment

Marche: tra un borgo e l'altro, qualche curiosità 8 Settembre 2014 - 11:02

[…] cima di tante di queste colline spunta un borgo, per lo più medioevale, con il suo campanile: “Cieli bucati”, con questa espressione un mio caro amico torinese, trapiantato oramai da anni nel maceratese, […]

Reply

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.