L’Enoteca Le Case – Macerata

by Racconti di Marche
0 comment

Ultimo aggiornamento

Un piccolo nucleo urbano immerso nel cuore della campagna marchigiana, un ristorante dalle molteplice facce ognuna di altissimo livello: ecco a voi Le Case di Macerata.

State cercando un luogo per il vostro ricevimento di matrimonio? Oppure un locale romantico per una cena a due, magari dove chiederle proprio di sposarvi? Oppure vi va di mangiare una buona pizza (perché diciamolo, trovare una pizza fatta come si deve sta diventando sempre più difficile) con i vostri amici? Cercate invece  una SPA per godervi un po’ di meritato relax? Le Case fa per voi.

Lo Chef michele Biagiola e il suo staff.

Lo Chef Michele Biagiola e il suo staff.

Difficilmente un ristorante riesce a soddisfare diversi target (perdonate il linguaggio pubblicitario) mantenendo elevatissimi gli standard qualitativi.
Eppure qui sembra possibile. D’altronde le diverse ‘case’ che compongono la struttura (il giardino poi non è da meno) riescono ad accogliere e a soddisfare un’utenza piuttosto eterogenea.

La struttura più ampia ospita infatti il salone delle cerimonia. Una sala più accogliente è la pizzeria, mentre il cuore è rappresentato dall’Enoteca.  Ed è proprio qui che l’arte e la passione dello Chef Michele Biagiola si esprime al meglio. Insieme alla mia amica Chiara del blog I Love Marche (qui il suo racconto della serata) siamo state infatti invitate alla presentazione del menu 2014, una vera scoperta. Sia per la creatività e la bontà dei piatti, sia per la verve e la straripante energia di Michele Biagiola.

le_case_sala

La novità 2014 è stata la Cassettina delle Primizie (foto di copertina): una ricottina freschissima e deliziosa con una dozzina di foglioline appena raccolte delle erbe più variegate. Erbe a metri zero visto che provengono dalla nuovissima disposte su un piatto di vetro sovrastante un altro piatto. con sotto un’latra deliziosa sorpresa. Questo piatto, delicatissimo e sorprendente nel sapori, è molto ricercato dal punto di vista visivo.

Servito su un bicchiere da cocktail la purea di patate con l’uovo di quaglia, on l’avevo mai assaggiato e non è affatto male. Spezzo una lancia anche a favore della più popolare pizza (la lasciano lievitare per 120 e utilizzano solo lievito naturale) e dei dolci: il revival anni 80 (definito ironicamente dallo Chef “porcherie”) è stato fenomenale.

La preparazione della polenta.

La preparazione della polenta.

Il sito del Ristorante www.ristorantelecase.it mentre dell’Enoteca www.enotecalecase.it.

Tel. 0733.231897 [email protected]

Loc. Mozzavinci, 16-17 Macerata

 

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  • 41
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    41
    Shares

Ti potrebbe interessare anche

Leave a Comment

* By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.