Curiosando tra le colorate grotte del Passetto di Ancona

ANCONA – La piccola spiaggia urbana della città dorica custodisce un minuscolo e pittoresco quartiere dalle porticine colorate che d’estate prende vita diventando uno dei luoghi più curiosi della zona. Benvenuti alle grotte del Passetto.

 

Ancona è una città a “gomito” sul mare (lo sapete vero che Ankon in greco significa Gomito?). Nonostante questo in città non ci sono vere e proprie spiagge (bisogna andare a sud per trovare la splendida e selvaggia spiaggia di Mezzavalle e le spiagge di sassi bianchi di Portonovo e a nord per incontrare la sabbia della spiaggia di Palombina).

Ma in realtà una piccola spiaggia, considerata anche una delle spiagge urbane più belle d’Italia, Ancona ce l’ha, si trova al Passetto ed è davvero curiosa.

 

L’appuntamento con la rubrica #ConeroinGalleria in collaborazione  con il Centro Commerciale Auchan Conero di Ancona questo mese vi porta nella spiaggia del Passetto alla scoperta dei grottini dei pescatori.

 

Come arrivare alle grotte del Passetto

Per arrivare alla spiaggia del Passetto dovete percorrete tutto il viale fino al monumento ai caduti e scendere per la maestosa scalinata bianca. In alternativa potete prendere l’ascensore – a pagamento – da poco restaurato o percorrere il sentiero in mezzo alla vegetazione.

 

 

Fatto sta che arriverete ad una spiaggia microscopica, che poggia per lo più sulla roccia dove si affacciano in centinaio di porticine colorate in legno a protezione delle grotte dei pescatori.

 

Le colorate porticine in legno delle grotte del Passetto

 

Le Grotte del Passetto sono state scavate agli inizi dal Novecento dai pescatori Anconetani come rifugio per le loro imbarcazioni. Con il tempo sono diventate delle mini abitazioni estive dove i “grottaroli” le riempiono di vita durante la bella stagione.

 

 

Se capitate d’inverno vi aspetterà un paesaggio calmo e tranquillo con oltre 500 porticine colorate, una di fianco all’altra, ognuna con il suo numero civico, chiuse a proteggere piccole barche, sedie, sdraio e materiali estivo, mentre d’estate è tutto un pullulare di vita di pasta coi moscioli e di caffè che con un sorriso i grottaroli non stenteranno ad offrirvi. Forse per fare il bagno troverete poco spazio, ma di certo un’atmosfera del genere davvero stenterete a trovarla da un’altra parte.

 

Nella parte più a nord delle grotte del Passetto noterete un bello scoglio dalla forma particolare: gli Anconetani lo chiamano La Seggiola del Papa e sono sicura che gli farete un sacco di cose (è lo scoglio che vedete nella foto iniziale dell’articolo).

Se volete provare un’esperienza ancora più indimenticabile vi consiglio di andare all’alba. Io non l’ho mai fatto, sono pigra, ma dalle foto che ho visto su Instagram posso assicurarvi che lo spettacolo vi ripagherà dell’alzataccia.

 

www.ancona.gallerieauchan.it
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  • 70
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    72
    Shares

Posted by:

Racconti di Marche
Di qua, di là, nelle Marche ma anche un po' più lontano. Perché quello che conta nel viaggio è la scoperta non i chilometri fatti.

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked (required):

Racconti, viaggi, cibo e storie. Benvenuto sul travel Blog Racconti di Marche

Che stia ricercando informazioni sulle Marche, sul tuo prossimo viaggio o tu sia capitato qui per caso non importa. Spero che la lettura di questo blog sia piacevole e ti possa essere utile. Buona navigazione. Nadia

prenota il tuo viaggio nelle Marche

Booking.com
buzzoole code

Back to Top