Madrid: 7 escursioni e gite fuori porta da fare in giornata

Se Madrid è la vostra prossima meta considerate qualche giorno in più nel vostro viaggio per vedere i dintorni, sono davvero numerose infatti le gite fuori porta e le escursioni che possono essere fatte in giornata, e molte raggiungono mete patrimonio dell’Unesco.

 

Madrid si trova davvero in una posizione fortunata, a pochi km di distanza offre davvero tanti siti importantissimi da vedere per i quali vale davvero la pena considerare nel vostro viaggio qualche giorno in più per poterle ammirare.

Sono stata due volte a Madrid e ogni voltà ne ho approfittato per visitare i luoghi che vi racconto, me ne mancano ancora altri, che vi indico ma di cui non ho le foto, ma visto che non c’è 2 senza 3 non è detto che non riesca nel futuro ad aggiornare questo articolo.

 

1. Toledo: la città di El Greco e Cervantes

 

In tutta Madrid vedrete pacchetti e visite guidate per visitare la città. Organizzarsi da soli è piuttosto facile e soprattutto molto più economico. Dalla estacion del Sur (metro Atocha) partano giornalmente numerosi bus per Toledo. O se preferite potete prendere il treno (sempre da Atocha) . Il tragitto dura meno di un’ora.

Toledo, poco più di 80 km a sud di Madrid, è patrimonio dell’Unesco e il suo centro medioevale fatto di viuzze contorte e intricate è davvero suggestivo. Come lo è la sontuosa cattedrale con i capolavori di El Greco.

 

2. Segovia e l’acquedotto romano

 

Ho un bellissimo ricordo di Segovia, della suo castello da cui anche la Disney sembra aver preso spunto e dall’imponente granitico acquedotto romano. Davvero se ripenso a Segovia la prima immagine che ho quella dell’acquedotto che passa proprio in mezzo alla città. e dell’ingegno architettonico dei romani.

Anche Segovia è Patrimonio dell’Umanità.

Segovia si trova a circa 90 km a nord di Madrid ed è raggiungibile in treno (da Chamartin), con una decina di corse giornaliere, oppure con la compagna autobus Sepulvedana.

 

Nel mio soggiorno Primaverile a Madrid ero da sola ed ho alloggiato in un Hostal davvero centralissimo e abbordabile come prezzo a Puerta del Sol, in pratica scendevo e mi ritrovavo la statua dell’orso con il Corbezzolo proprio davanti. Dateci un occhio, non ha troppe pretese, ma era pulito e stranamente anche silenzioso: Hostal Puerta del Sol.

 

3. Avila, la fortificata città di Santa Teresa

La cinta muraria di Avila non vi lascerà indifferenti: perfettamente conservata è anch’essa, insieme alla città Patrimonio dell’Unesco. Avila ha dato anche i natali a Santa Teresa per cui nelle visita vi aspettano  numerose chiese e Monasteri.

Avila si raggiunge comodamente in autobus (estacion Sur – metro Atocha) o in treno. Il primo è un po’ economico.

LEGGI ANCHE-> Cosa vedere ad Avila 

 

4. Aranjuez, la residenza primaverile dei Regnanti di Spagna

Anche Aranjuez e il suo panorama culturale sono patrimonio dell’Unesco! Vi aspetta la residenza primaverile dei reali di Spagna e dei giardini immensi ricchissimi di gioci d’acqua.

Come arrivare ad Aranjuez? Il modo migliore e più divertente è con lo storico treno delle Fragole (in questo articolo vi racconto El tren de la Fresa).

 

5. San Lorenzo del Escorial: la residenza estiva dei reali di Spagna

Se in primavere i re spagnoli stavano ad Aranjuez in estate di spostavano a San Lorenzo del Escorial che è un monastero – palazzo anch’esso patrimonio dell’Unesco. Non sono riuscita a visitarlo per mancanza di tempo. Si trova sulla strada per Avila o Segovia ma fare entrambi i siti in una giornata è impegnativo.

Si raggiunge in treno da Atocha.

 

 

6. La città vecchia di Cuenca (un po’ più lontano)

Un po’ la Civita di Bagnoregio spagnola (passatemi il paragone) un centro costruito su uno sperone con le sue famosissime Casas Colgades (le case appese). Cuenca,  anch’essa Patrimonio dell’Unesco, si trova a sud est di Madrid a oltre 165 km, con i mezzi pubblici diventa più impegnativo da fare in giornata. Forse in auto l’impresa diventa meno faticosa, noi non siamo riusciti ad inserirla nel nostro tour, e devo dire, molto a malincuore.

 

7. Sulla via di Cervantes

La Castilla la Mancha ha fatto da palcoscenico alla vita e ai racconti di Cervantes. Girando in questo caso in auto potrete ammirare ad Esquivias la Casa museo di Cervantes (a meno di 40 km a sud di Madrid) oppure imbattervi nei mulini a vento, o in paesini caratteristici com El Toboso, che custodisce anche la casa di Dulcinea.

 

Altri articoli dedicati a Madrid e alla Spagna Centrale:

 

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Posted by:

Racconti di Marche

Di qua, di là, nelle Marche ma anche un po’ più lontano. Perché quello che conta nel viaggio è la scoperta non i chilometri fatti.

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked (required):

Racconti, viaggi, cibo e storie. Benvenuto sul travel Blog Racconti di Marche

Che stia ricercando informazioni sulle Marche, sul tuo prossimo viaggio o tu sia capitato qui per caso non importa. Spero che la lettura di questo blog sia piacevole e ti possa essere utile. Tutti i contenuti e le foto di questo blog sono riproducibili e utilizzabili. Basta citare e linkare la fonte Buona navigazione. Nadia

prenota il tuo viaggio nelle Marche

Booking.com
buzzoole code

Back to Top