Consigli sparsi per visitare Barcellona

Tornata da pochissimo da Barcellona vi lascio, a caldo, impressioni, idee e qualche consiglio per godersi al meglio questa splendida città.

Ero stata a Barcellona la prima volta durante la gita del quinto superiore, e i ricordi di questa città erano piuttosto sfocati. Ho un sacco di amici che hanno studiato a Barcellona e diversi italiani che conosco che hanno deciso di andarci ad abitare. Insomma  questa città mancava all’appello e approfittando della Pasqua abbiamo deciso di colmare questa lacuna.

barcellona-dettagli3

3 giorni per visitare  Barcellona? Davvero pochi!

Ebbene si, ho avuto tre giorni pieni da dedicare alla città (siamo arrivati giovedì notte e ripartiti lunedì mattina), abbiamo girato come trottole e camminato tantissimo eppure di cose ancora da vedere, da fare e da gustare sono davvero tante. Il mio consiglio è di prendervi il giusto tempo, non solo per poter vedere bene le tantissime attrattive che Barcellona offre, ma sopratutto per godervi la città, semplicemente passeggiando,  gustarvi una birra in uno dei suoi infiniti locali, o per dedicarvi allo shopping, tra negozi, negozietti, mega centri commerciali gli unici limiti che avrete saranno il budget e il peso della valigia all’aeroporto.

barcellona-dettagli5

Comprate in anticipo – on line – i biglietti di ingresso. 

Per visitare la Sagrada Familia sono dovuta tornare il giorno successivo per poi avere ingresso 6 ore dopo. Mentre sulle Ttorri era sempre già tutto esaurito. Organizzate prima il vostro tour nella città e acquistate dall’Italia i biglietti, eviterete file e guadagnerete tempo.

Ad esempio i biglietti della Sagrada Familia li potete acquistare sul sito ufficiale.

barcellona-modernismo3

Barcellona economica? Mica tanto!

Se pensate che Barcellona sia una meta a portata di tutte le tasche dovete ricredervi. Certo non è cara come Londra ma nemmeno così accessibile. Ad esempio a livello di strutture ricettive con prezzi decisamente più bassi a Roma si trovano doppie con bagno in camera mentre per avere lo stesso a Barcellona dovrete spendere di più.

Anche la metro, che copre davvero tutta la città non è proprio per tutte le tasche: una corsa costa infatti 2.25 euro, e se comprate il carnet da 10 biglietti (valido anche per più persone) il risparmio è di…80 centesimi!

LEGGI ANCHE–> Salamanca il cuore Universitario della Spagna

barcellona-modernismo4

Anche musei e attrazioni si fanno pagare, l’ingresso alla Sagrada Famiglia costa 15 euro, se volte salire anche sulle torri il prezzo sale a 19.50. L’ingresso alla Casa Milà costa 20.50 euro mentre per vedere gli interni della Casa Batllo 21.50 euro (anche questo potete acquistarlo on line). Se poi siete appassionati di calcio non potete non vistare Camp Nou, lo stadio del Barcelona Calcio e il suo museo, ma vi serviranno altri 23.50 euro a testa.

Dove iniziare il vostro soggiorno a Barcellona? Sicuramente da qui barcelonaturisme.com

LEGGI ANCHE–> Madrid a Spagna Centrale

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Posted by:

Racconti di Marche
Di qua, di là, nelle Marche ma anche un po' più lontano. Perché quello che conta nel viaggio è la scoperta non i chilometri fatti.

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked (required):

Racconti, viaggi, cibo e storie. Benvenuto sul travel Blog Racconti di Marche

Che stia ricercando informazioni sulle Marche, sul tuo prossimo viaggio o tu sia capitato qui per caso non importa. Spero che la lettura di questo blog sia piacevole e ti possa essere utile. Tutti i contenuti e le foto di questo blog sono riproducibili e utilizzabili. Basta citare e linkare la fonte Buona navigazione. Nadia

prenota il tuo viaggio nelle Marche

Booking.com
buzzoole code

Back to Top