Cracovia – Le miniere di Sale di Wieliczka

Un mondo sotterraneo, oltre 300 mt nel cuore della terra e 300 km di cunicoli. Una miniera che per secoli ha fatto la fortuna dei polacchi che vi hanno estratto un elemento prezioso e indispensabile più dell’oro: il salgemma. 

Lontana diverse centinaia di chilometri dal mare, la città di Cracovia ha potuto godere dei benefici del sale (indispensabile elemento di protezione e conservazione dei cibi) e della ricchezza derivante dalla sua esportazione in tutto il continente.

La visita alle miniere di Wieliczka, ora praticamente in disuso, non solo permette di scendere in profondità, ma anche di tornare indietro nel tempo, ripercorrendo le diverse modalità, dal medioevo in poi, con cui si è scavato ed estratto il prezioso minerale. Una vita dura e pericolosa quella del minatore, che però veniva ripagata anche con il sale stesso, permettendo quindi alla sua famiglia di avere un discreto benessere.

La visita inizia con una lunga e interminabile discesa di scalini in legno (con il sale si conserva perfettamente tanto che all’interno c’è un bellissimo Cristo ligneo praticamente intatto). Nel percorso verso il centro della terra (ci sono circa 14 gradi, quindi andateci vestiti adeguatamente) noterete che accanto al lavoro l’uomo ha espresso anche la sua arte, con statue, scritte e soprattutto con una magnifica e imponente chiesa sotterranea tutta scolpita nel salgemma, dalle decorazioni sul pavimento ai suntuosi lampadari. Sì, perché il sale può essere praticamente lavorato come una pietra: addirittura in questa enorme chiesa dedicata al Papa polacco Giovanni Paolo II troverete non solo la sua statua (che il Papa, per motivi di salute, non ha mai potuto vedere) ma anche uno splendido bassorilievo raffigurante l’ultima cena.

bassorilevo Imponenti anche le impalcature in legno bianco che sostengono le varie grotte scavate e che creano un intreccio intrigante che si dirama verso l’alto. La visita alle miniere è anche salutare: l’aria salmastra è infatti perfetta per purificare le vie respiratorie (se ci pensate anche qui da noi stanno nascendo sempre più spa con la stanza del sale), e attualmente i sotterranei ospitano un sanatorio.

Come Raggiungere le miniere. 

Le miniere si trovano nell’area metropolitana dalla splendida città di Cracovia e sono raggiungibili direttamente con gli autobus di linea locali. Nel centro storico di Cracovia vi inonderanno di volantini di tour organizzati per la visita alle miniere. Vi consiglio di non farli, perché sono molto costosi, mentre con un po’ di organizzazione potrete raggiunge le miniere con i mezzi pubblici spendendo pochissimo. Raggiungere le miniere di sale da Cracovia è infatti molto semplice, c’è un autobus che parte da una piazzetta proprio di fronte la stazione dei treni (chiedete agli uffici informazioni per avere gli indirizzi precisi) che in poco tempo vi porterà a Wieliczka.  Lì sono molto organizzati: scegliete la lingua con cui volete fare il tour, tranquilli in italiano c’è, e avrete una guida che vi accompagnerà per tutto il percorso.

Wieliczka è inserita all’interno dei siti patrimonio dell’umanità (dal 2013 anche le vicine miniere di sale  di Bochnia).

Un motivo in più per visitare Cracovia

Wieliczka è solo uno dei motivi per vistare la bellissima città di Cracovia, a cui dedicherò un racconto #extramarche ad hoc. La città è molto economica, sia per mangiare sia per dormire. E’ raggiungibile dall’Italia facilmente in aereo da diversi aeroporti  (noi abbiamo scelto Bologna) e ci sono anche diversi voli low cost. L’estate è calda ma non eccessivamente e di sicuro non troverete le temperature più rigide di Danzica che vi ho già raccontato qui.

Il periodo migliore per visitarla è tra la tarda primavera e l’inizio dell’estate, (noi ci siamo stati ad Agosto). Insomma per giugno siete ancora in tempo!

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Posted by:

Racconti di Marche
Di qua, di là, nelle Marche ma anche un po' più lontano. Perché quello che conta nel viaggio è la scoperta non i chilometri fatti.

Leave A Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked (required):

Racconti, viaggi, cibo e storie. Benvenuto sul travel Blog Racconti di Marche

Che stia ricercando informazioni sulle Marche, sul tuo prossimo viaggio o tu sia capitato qui per caso non importa. Spero che la lettura di questo blog sia piacevole e ti possa essere utile. Tutti i contenuti e le foto di questo blog sono riproducibili e utilizzabili. Basta citare e linkare la fonte Buona navigazione. Nadia

prenota il tuo viaggio nelle Marche

Booking.com
buzzoole code

Back to Top